Tag Archivio per: Bologna

I corsi di scrittura autobiografica online e di persona

Ripartono i miei corsi di scrittura autobiografica per aspiranti NON scrittori Tu sei la tua storia. Per l’autunno ho in programma una novità e due ritorni. Ho cercato di venire incontro sia a quanti non hanno la possibilità di spostarsi da casa ma vorrebbero comunque seguire un corso in 5 appuntamenti, sia a quanti invece preferiscono regalarsi una giornata full time. Scopri il percorso più adatto alle tue esigenze!  Continua a leggere

Alla scoperta dei colli di Bologna con me: il sentiero 906 da Gaibola a Parco Cavaioni

Come ormai faccio da quando ho dovuto smettere di correre, anche in questo sabato di aprile sono partita in esplorazione dei colli bolognesi [zona colline di San Luca] sopra casa mia.

L’esplorazione come parte della scoperta di sé (e dei colli di Bologna)

L’esplorazione è diventata per me una dimensione esistenziale in questo periodo: sono in una fase di profonda evoluzione e credo che con il problema alla schiena e al piriforme, il mio corpo abbia voluto dirmi che era necessario rallentare il passo e che correre non era più “funzionale” alla scoperta di me: dovevo stare nella quiete dell’ascolto, guardare i luoghi (interiori e non) con più calma.

Ho pianto moltissimo quando il fisioterapista mi ha confermato che NON potevo correre e che sarebbe stato così per molti mesi, mi sono sentita persa, ho pensato che sarei morta, che AVEVO BISOGNO di macinare chilometri e calorie.

Poi ho capito.

Ho capito che avevo bisogno di perdermi camminando.

Se vivi a Bologna o se vieni per turismo, chissà che non ti venga voglia di esplorare lo stesso bosco e trovare qualcosa che non pensavi di cercare: ecco perché sto per raccontarti la mia avventura, con qualche dato pratico per ritrovare i luoghi di cui parlo.   Continua a leggere

Perché scrivere di sé è sano e possiamo farlo tutti

Sarei molto curiosa di partecipare a un tuo corso di scrittura autobiografica ma non scrivo dai tempi del tema di maturità e non credo di essere più capace!

Oppure.

Non sono uno scrittore, mi piace leggere, ma non credo di essere all’altezza di scrivere un racconto autobiografico.

Non solo scrittori in erba

Scrivere non è una pratica per soli adepti, tutti oggi scriviamo, basta guardare la quantità di contenuti che vengono prodotti su social network come Facebook. La voglia di scrivere risponde a un impulso naturale: comunicare a sé stessi e agli altri, focalizzare, attraverso le parole delle emozioni, raccontare storie che diventano memoria e memoria che diventa storia.

La scrittura è un “muscolo” che puoi allenare, esattamente come addominali e bicipiti, non è detto che tu poi debba diventare un maratoneta, ma se ti metti in gioco e ci provi, potrai senz’altro cominciare a fare il giro del parco a passo veloce! La scrittura autobiografica è una pratica terapeutica, in grado di consolidare i ricordi, posizionarli al posto giusto e che ti aiuta a incrementare amor proprio e ironia, ingredienti più che mai fondamentali per vivere in questi anni 😉

Trovare la storia: ecco come faccio io

Esistono molti modi per aiutare le persone a trovare la propria storia e scriverla: io – nella pratica di corsi e workshop – ho trovato quelli che mi sembrano più adatti perché mischiano gioco, memoria e lavoro manuale. Faccio fare “disegnini” e visualizzazioni e uso i tarocchi per evocare immagini e aiutare le persone a far uscire le parole giuste per descriverle.  E poi c’è la griglia dello storytelling: uno strumento che va maneggiato con cura ma che aiuta a capire meglio che cosa piace, nelle storie, ai lettori.

La scrittura condivisa avvicina: succede sempre, durante i laboratori, che la condivisione di racconti diventi un propulsore di intimità tra persone che fino a poco prima erano sconosciute. Ogni tanto prendersi un momento tutto per sé per ascoltare l’altro, confrontare il proprio percorso in maniera NON competitiva e costruire qualcosa che esce dal personale  è un ottimo modo per allenarsi a mettersi nei panni di chi abbiamo di fronte e per sviluppare empatia anche per storie distanti dalla nostra.

Tutti possiamo scrivere, la creatività è popolare.

 

Pensiamo e diventiamo ciò che, in potenza e grazie al nostro DNA, saremmo in grado di pensare e diventare solo se ci procuriamo gli stimoli, le esperienze, l’apprendimento necessari a tradurre le capacità potenziali in capacità effettive. E se l’ambiente ci offre, al momento giusto, le risorse e le opportunità per farlo. Tutto ciò restituisce a noi una grande responsabilità individuale per quanto riguarda la qualità e anche la quantità creativa del nostro pensiero (…).

Annamaria Testa, La trama lucente, Rizzoli, 2010

I prossimi laboratori di scrittura autobiografica [a mano e sul racconto]

I prossimi laboratori di scrittura autobiografica si terranno a partire da febbraio 2018 con alcune date dedicate alla scrittura autobiografica a mano e il percorso residenziale (5 incontri) sul racconto, a Bologna. Se vuoi saperlo tempestivamente (i posti si “bruciano” in 2 giorni perché sono solo 10), iscriviti alla mia newsletter.

Week end a Bologna: il trekking urbano del 1 novembre e altre cose belle

Adoro l’autunno e Bologna in questo periodo pullula di mostre e eventi interessanti: il mio spirito da Cicerone mi impone di segnalarvi alcune cose e una, in particolare, che riguarda le giornate del 31 ottobre e del 1 novembreContinua a leggere

Paolo Cognetti: autobiografia di uno scrittore e di un lettore

Paolo Cognetti firma "Le otto montagne"

Sabato scorso Paolo Cognetti – vincitore dell’ultimo Premio Strega – è arrivato a Bologna per presentare il suo Le otto montagne. Sono una grande estimatrice di Cognetti di cui, ancora prima di questo meritato successo, avevo letto le raccolte di racconti e un saggio illuminante sulla pratica della scrittura, A pesca nelle pozze più profonde, che cito sempre durante i miei corsi.

Anche se l’ho saputo all’ultimo secondo, mi sono catapultata all’Archiginnasio, una delle biblioteche più suggestive che abbiamo in città. C’erano almeno 200 persone e chi non aveva trovato posto a sedere come la sottoscritta, è rimasto comunque. Era tanto tempo che non ascoltavo una lectio magistralis come la sua, un lungo e appassionato racconto di come è arrivato alla lingua delle Otto Montagne e di come si è formato la propria cultura di lettore e scrittore. A gambe incrociate, seduta per terra, ho scarabocchiato qualcosa sul mio quaderno per tenere traccia di parole preziose, suggerimenti e citazioni: provo a fare una sintesi per condividere con te qualche spunto.  Continua a leggere

Quando scrivi un racconto, hai sempre un messaggio

Tutte le storie contengono un messaggio, quasi fossero un biscotto della fortuna.

Ieri sera è partito il corso monografico di scrittura autobiografica, scrivere un racconto autobiografico che quest’anno ha come tema le Storie autobiografiche in condominio. 

Bello tornare in quel posto piccolo e accogliente che è la bottega Risalto, nel centro di Bologna, in mezzo agli oggetti creati dall’ingegno delle artigiane che fanno parte dell’associazione. Bello incontrare di nuovo alcune delle persone che hanno partecipato alle 3 edizioni del corso di scrittura autobiografica a mano di base e che – ancora una volta – hanno scelto di giocare con le storie, di scegliere parole, di leggere e di scrivere insieme.  Continua a leggere

Narrazione e marketing: oggi lo chiamiamo storytelling

Venerdì 23 gennaio 2015 ho partecipato a una giornata di studi dedicata a storytelling e video dell’Università di Bologna, in occasione dell’annuale premio Teletopi, nato da un’idea di Giampaolo Colletti. 

Inutile dire che è stata una giornata ricchissima e molto utile dal punto di vista formativo: ribadisco l’importanza, per un professionista della comunicazione, di uscire da sé per guardare cosa accade nel mondo che lo circonda.

Alla giornata hanno partecipato soprattutto studenti ma anche tanti professionisti interessati al tema e (spero) qualche azienda che ha voglia di riflettere sull’importanza di narrare la propria storia in ottica di marketing.

Continua a leggere

Contribuisci a scrivere un decalogo per l’uso di web e social media in famiglia

Il 7 e 8 maggio 2014, alle 17, sono previsti gli ultimi due incontri del Laboratorio 1 di Generazioni Internet, finalizzato a co-costruire un patto intergenerazionale per l’uso consapevole e efficace di Web attraverso Tablet e Smartphone. Continua a leggere

Genitori e figli, in tandem per decidere insieme le regole per l’uso dello smartphone e dei social media

Si chiama Generazioni Internet ed è un’idea che mi cresceva nella testa da un po’.

Poi l’anno scorso è arrivato il Bando Agenda Digitale del Comune di Bologna (#agendadigitaleBo) e insieme a Studio Lost abbiamo pensato di strutturarla e proporla.

E’ accaduto che la nostra idea è piaciuta e così grazie al sostegno di #agendadigitaleBo ora possiamo realizzare il primo laboratorio!

Di cosa si tratta?

Un laboratorio per adulti e adolescenti insieme (l’idea è coinvolgere persone dello stesso nucleo familiare) per co-creare regole condivise efficaci per l’uso di web e social media attraverso computer, tablet e smartphone e farle confluire in un Decalogo per l’uso di Internet, Tablet e Smartphone in famiglia che sarà pubblicato sul sito in licenza CC e reso disponibile perché possa evolversi ed essere adattato alle esigenze delle famiglie che vorranno usarlo.

Quando?

Il laboratorio parte il 6 marzo 2014, dalle 17 alle 19. Le lezioni sono 8 e questi sono i temi:

  • Il mio profilo online (privacy, diffusione dati e foto, gestione delle relazioni) sui social media
  • Uso del web per informarsi e coltivare le proprie passioni
  • Gestione del tempo online e offline
  • Cyberbullismo e legalità
  • Laboratorio di dialogo: aspettative/desideri reciproci nell’uso del Web • Co-creiamo un manifesto di regole condivise

Quanto costa?

Grazie al sostegno di Agenda Digitale, il corso è GRATUITO con un piccolo rimborso per la distribuzione dei materiali di 20 € a persona.

Come ci si iscrive?

Ci si iscrive online qui

 

Tag Archivio per: Bologna

Laboratorio pratico di voice dialogue e scrittura autobiografica: dialogo tra opposti

Il laboratorio pratico di voice dialogue e scrittura autobiografica stimola il dialogo con noi stessi e con gli altri grazie a esercizi e giochi creativi che ci mettono in connessione con le parti di noi di cui spesso sottovalutiamo le potenzialità positive. 

Dopo i positivi riscontri del primo laboratorio di voice dialogue e scrittura autobiografica Riscrivi la tua storia che si è tenuto a marzo 2024, abbiamo deciso di esplorare un nuovo tema e di rivolgerci sia a chi ha partecipato al primo laboratorio, sia a chi vuole scoprire oggi come usare la scrittura autobiografica e il voice dialogue. 

Insieme a Marcella Offeddu, coach professionista e psicologa del lavoro e a Francesca Sanzo, scrittrice, copywriter e esperta di scrittura autobiografica ti alleni a riconoscere le parti di te che dialogano tra loro e grazie alla scrittura entri in contatto con una di esse. 

Il tema di questa edizione 

Quando agiamo da vittima e quando invece, anche inconsapevolmente, diventiamo carnefici? 

In tempi bellicosi come questi, in cui la rabbia e la polarizzazione sembrano prendere troppo spesso il sopravvento, crediamo che sia importante indagare dentro di noi per trasformare rabbia e paura in potenzialità positive che ci aiutano a vivere e lavorare meglio e ci permettono di agire in modo consapevole e positivo per la collettività. 

Ma cos’è il voice dialogue? 

Il voice dialogue è una tecnica che ti permette di accedere alle tue risorse interiori con la guida di un consulente esperto.

È come un viaggio nelle parti di te che conosci meno: subito sotto il livello della razionalità c’è un mondo di risorse, capacità, intuizioni e buoni istinti che sono tuoi, ma finora non stai usando appieno perché non sai come accedervi.

Serve avere talento per la scrittura per partecipare? 

Tutti i laboratori di scrittura autobiografica di Francesca Sanzo sono pensati per aspiranti NON scrittrici e scrittori: vuole dire che si rivolgono a chiunque, perché la scrittura è un mezzo potente per conoscersi e comunicare e non serve avere “talento” per poterla usare. Con l’ausilio di carte, immagini e disegni, chiunque può costruire un buon racconto autobiografico, utile per ispirarsi. 

QUANDO E DOVE

Il laboratorio si tiene sabato 15 giugno 2024 a Bologna, in piazza La Veneta 18/c negli spazi di Alpaca’ dalle 10 alle 17.30. 

Se vuoi, pranziamo insieme in un bar in zona, se no hai la libertà di goderti la pausa pranzo come vuoi tu.  

La sede del laboratorio è comodissima dal centro città e dista circa 20’ a piedi dalla stazione di Bologna. 

COSA TI PORTI A CASA

  1. Più consapevolezza di te quindi più capacità di decidere e regolare il tuo dialogo interno.
  2. Conoscere una polarità, in questo caso Vittima/Carnefice ed imparare a muoverti fra i poli opposti, senza ancorarti ad uno. 
  3. Fare pace con queste parti di te, la vittima ed il carnefice, senza giudicarle e integrandole fra le tue risorse. 
  4. Esercizi pratici che puoi replicare in autonomia, sia di scrittura che di dialogo con le tue parti.
  5. Confronto con altre persone. 
  6. La guida di due professioniste esperte, ciascuna nel suo ambito: Francesca Sanzo, scrittrice, consulente e formatrice sulla scrittura autobiografica, Marcella Offeddu, psicologa e coach specializzata in voice dialogue. 

PROMOZIONE E COSTI 

Per partecipare al laboratorio la quota è di 150€.

Se ti iscrivi entro il 25 maggio 2024 hai diritto allo sconto e paghi 130€ invece che 150€

Il laboratorio si terrà al raggiungimento del numero minimo di partecipanti e il pagamento avverrà SOLO in quel momento. 

CHI SIAMO 

Il laboratorio Dialogo tra gli opposti nasce da un’idea di Marcella Offeddu e Francesca Sanzo. 

Francesca Sanzo - autrice, copywriter, formatriceFrancesca Sanzo è consulente e formatrice: aiuta persone e imprese a narrarsi attraverso la scrittura autobiografica e la comunicazione digitale. Allena chi desidera comunicare il proprio progetto a trovare il proprio stile e i contenuti per siti, blog e carta. 

Ha pubblicato alcuni libri tra cui: 102 chili sull’anima, A due passi dalla meta, Tu sei la tua storia: manuale di scrittura autobiografica. Tiene laboratori di scrittura autobiografica per aspiranti non scrittori, vive a Casalecchio di Reno, cammina, nuota e ride molto.

Il suo sito: https://www.francescasanzo.net/

 

Marcella OffedduMarcella Offeddu è una coach e docente che unisce metodologie diverse per portare valore alle persone aiutandole a scoprire e valorizzare le proprie risorse.

Il suo approccio unisce psicologia del lavoro, coaching, comunicazione non violenta e naturalmente il Voice dialogue.

Lavora come business coach per aziende di medie/grandi dimensioni e multinazionali, e come formatrice sui temi: intelligenza emotiva / competenze manageriali / comunicazione nonviolenta / antifragilità, vulnerabilità e fiducia / potenziale di gruppo e gratitudine. 

Il suo sito: www.marcellaoffeddu.it

LO SPAZIO CHE CI OSPITA 

Il laboratorio si tiene ad ALTO GALLERY di ALPACA’ sas, uno spazio grande e luminoso a due passi dal centro di Bologna che non è solo un ufficio, ma è stato concepito anche come Galleria d’Arte con mostra permanente delle opere di Alfredo Torsello. 

ALTO GALLERY è uno spazio fluido e vivace dove si organizzano corsi di formazione e eventi culturali. 

ISCRIVITI 

Compila il form specificando “Iscrizione 15 giugno 24”. Ti risponderò privatamente per finalizzare la tua iscrizione. 

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Privacy*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.