Da domani mi metto a dieta

La dieta non è necessariamente privazione, molto spesso per raggiungere i risultati sperati, rieducarsi a una corretta alimentazione e a un sano stile di vita, perdendo i chili in eccesso, non bisogna togliere cibi, ma arricchire e differenziare la propria dispensa. Oggi ce ne parla la Dott.ssa Elettra Martelli, biologa e nutrizionista.

Ho conosciuto telefonicamente Elettra, perché ha apprezzato il mio approccio, durante la lettura di 102 chili sull’anima e io ho molto apprezzato il suo nei confronti di chi ha bisogno di recuperare un corretto stile di vita e vuole perdere peso.

Da un po’ avevo in mente di portare su questo blog qualche parere “autorevole”, di specialisti che si occupano di corretta alimentazione e nutrizione e così ho chiesto a lei se voleva inaugurare la mia nuova rubrica “Il parere del nutrizionista” con un guest post a sua firma. Eccolo qua!

La dieta: non necessariamente significa togliere

“Da domani mi metto a dieta!”, chi non l’ha mai detto dopo l’ennesima concessione di eccessi? Che poi, spesso, la reale traduzione in fatti di questa affermazione è “Da domani non mangio per dimagrire”. Perché pensare che solo “riducendo”, il nostro corpo possa magicamente rimodellarsi, proprio non so!

Siamo nell’epoca dell’abbondanza, a ogni angolo c’è cibo “godurioso” che ci attrae, bastano pochi euro per un pasto super trash nel quale affogare le nostre delusioni.

C’è anche da dire che regna ancora sovrana l’idea che la dieta è una cosa triste, una rinuncia continua nella quale potere espiare anche i propri peccati.

Io vorrei invece sfatare questo mito perché se da un lato il progresso ci regala cibo facilmente disponibile, dovrebbe permettere dall’altro anche le scelte consapevoli.

Il mito “non mangio e dimagrisco”, nella maggior parte dei casi fallisce in poco tempo perché si genera un vortice di fame crescente che ad un certo punto manda all’aria i buoni propositi. Per chi tiene duro e vive di insalata scondita e light, a un certo punto può arrivare il cattivo umore, l’apatia e la pelle che si svuota.

Il segreto per stare bene: non togliere ma arricchire la nostra dieta alimentare!

Il nostro corpo necessita di carburante, ecco perché quando si riducono drasticamente le entrate caloriche, inizia a dare segni di malfunzionamento. E il carburante, se si vuol essere belle e splendenti, ma soprattutto in salute, deve essere di quelli buoni e pregiati. Così il segreto per ritrovare la forma persa per vari motivi, non è mai limitare, ma è anzi arricchire.

Innanzitutto serve consapevolezza perché bisogna fare il punto su ciò che si mangia, quando lo si mangia e in che modo. Digiunare durante la giornata per fare una cena ricca divorando il pasto, rema contro al nostro equilibrio metabolico e ormonale e a lungo andare potrebbe essere la causa di quei rotolini intorno alla vita. Se saltate la colazione, mangiate poco a pranzo e arrivate a cena con molta fame e mangiate di tutto, la soluzione non è ridurre anche quella, ma distribuire meglio le entrate durante la giornata .

La colazione: chi ben inizia è a metà dell’opera

Invertite i ruoli, svegliatevi prima e fate colazione: nel caso in cui non siate abituate a farla, potete iniziare anche solo da un frutto. Oggi si trovano alimenti preziosi e sono spesso alla portata di tutti (magari dal contadino di fianco a casa): penso ad esempio ai risi colorati e integrali. L’arricchimento consiste proprio nel provare nuovi gusti, nel trovare nuove combinazioni, che soddisfino stile di vita, gusti personali, possibilità economiche e questioni di tempo.

Chi fa un percorso di educazione nutrizionale scopre che in poco tempo può realizzare piatti sani, funzionali al dimagrimento, con ingredienti di cui fino al giorno prima ignorava l’esistenza.

È la dieta che deve adattarsi al proprio stile di vita, senza limitazioni e senza divieti troppo severi.

Sono molte le possibilità per trovare soluzioni pratiche che sostengano ad esempio la scelta di liberarsi di quei chili di troppo.

“E chi l’avrebbe detto che per dimagrire bisogna mangiare di più?”

Lo so, ve lo state chiedendo sbalordite, ma credetemi il nostro corpo è una macchina perfetta che per lavorare al meglio e non accumulare, ha bisogno di tutti i nutrienti esistenti. Per cui eliminare categorie intere, (classico esempio quello dei carboidrati) non fa che peggiorare la situazione. Se prima mangiavate solo pasta, magari ora potreste scoprire e apprezzare i cereali in chicco che forniscono, si energia ma molti più micronutrienti, e di conseguenza fanno bene alla linea e alla salute.

Cucinare: un atto di amore verso sé stessi

Diciamocelo: spesso è più facile dire “salto, non mangio o non cucino”. Impegnarsi nel cucinare ogni giorno o trovare soluzioni sane spesso richiede tempo ed energie e anche un confronto con se stessi. Limitare è una scelta immediata e spesso viene confusa con quella più rapida e facile per arrivare al dimagrimento. Ma ad oggi poi non succede mai che si riesca a mantenerla realmente, perché le tentazioni sono troppe, così come la fame, per noi abituati al “troppo”.

E allora prima di fare la classica scelta di riduzione drastica dei pasti da un giorno all’altro informatevi, leggete libri sull’argomento, parlatene con il medico di base.

La soluzione non è mai limitare ma sempre aggiungere nuovi stili alimentari!

La specialista

Schermata 2016-04-18 alle 10.54.44Elettra Martelli è Biologa nutrizionista e ha conseguito il Master Universitario di II livello in Nutrizione Umana presso l’Università degli studi di Pavia. Ama la cucina, specie quella sana, la lettura e la natura. Sempre in modalità online.

Lavora come consulente nutrizionale in libera professione e propone soluzioni personalizzate a ogni paziente per garantire in risultato desiderato. Non segue un metodo specifico, non usa software ma solo intuizione e capacità intellettuali. Collabora con diverse testate online, curando rubriche di salute e benessere, gestisce il suo blog e organizza spesso eventi di divulgazione relativi a sani comportamenti alimentari.

COMMENTA CON FACEBOOK
4 commenti
    • Panzallaria dice:

      No Luca, non solo non penso che sia efficace, ma ho trovato anche siti collegati che usano le mie foto (rubate da Internet) per farsi pubblicità e dicono che io ne ho fatto uso (non è vero!). Non si dimagrisce con i miracoli ma con l’impegno e uno sano stile di vita.

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Da domani mi metto a dieta […]

I commenti sono chiusi.