Non lo invidio proprio per niente

Tino è andato in trasferta per tre giorni, prima della nostra partenza per un’ultima vacanzina insieme; è partito all’alba con l’aereo, lasciando a casa gli affetti, il caro desco e i suoi amati libri per raggiungere un triste luogo sulla Costiera amalfitana.

Gli toccherà dormire in un albergo con vista mare e cenare a pizza per 3dico3 giorni di seguito.

Solitario. Con i suoi pensieri.

Dopo una giornata di duro e massacrante lavoro, per non annoiare il tempo che gli resta prima di poggiare la testa sul cuscino, dato che di solito è abituato alla nanetta urlante, dovrà consolarsi con tramonti sul mare, bagni e sole.

Unica gioia delle sue giornate: le nostre telefonatine in cui gli passo la frollina che fa le pernacchie e gli racconto dell’ultima cagata di proporzioni industriali di nostra figlia.

No.

Non lo invidio proprio per niente.

COMMENTA CON FACEBOOK
7 commenti
  1. silvia dice:

    no dai che non piove…
    io oggi ho ripreso a lavorare e si sta benissimo: non suona il telefono nè il campanello e Bologna è ancora abbastanza deserta!
    a presto allora Fra!
    silvia 🙂

    PS
    la piccola silvia è sempre + bella!!!

  2. Giuliana Cupi dice:

    Leggendo ho avuto una botta di tristezza, povero Tino !!!!!!!!!
    Sono disposto anzi dispostissimo ad accompagnarlo per dargli il dovuto conforto e il necessario sostegno morele. CORAGGIO, TINO.

    MASSIMO

  3. Sara dice:

    Panz! ma gli somiglia sempre più a Tino!!!!
    è sempre più cresciuta: ha la faccina da bimba grande!

  4. fabdo dice:

    Ehh…“ch’ s’ adda fa pe’ campa’ “…. 🙂

    Ma tu vuoi mettere la vista della Costiera Amalfitana, con quella meraviglia di Frollina che hai?! 😉

    baciotto ^.^

I commenti sono chiusi.