sanzo_zanardo_vezzoli

Cittadinanza attiva e digitale

Da quando ho conosciuto il digitale, a cavallo tra due secoli, ho capito che il web conteneva in sé un grande potere in termini di partecipazione sociale ovvero la possibilità di diffondere idee, coltivarle, mischiarle, rinnovarle e contemporaneamente l’opportunità di dare e prendere voce sulle cose che ci riguardano tutti, come cittadini.

Per costruire.

Oggi siamo tutti molto più online di 5 anni fa e spesso la Rete si trasforma in un enorme sfogatoio autoreferenziale ma se ogni tanto riusciamo a uscire da noi stessi e a capire quale strumento abbiamo di fronte, possiamo cercare di veicolare quell’energia in qualcosa di positivo, per costruire e fare.

Mi viene in mente, per esempio, che in questo momento chiunque può contribuire a migliorare la nostra scuola, attraverso una consultazione pubblica voluta dal Governo, che durerà fino al 15 novembre e che potrebbe renderci tutti partecipi del cambiamento.

Personalmente, da molti anni cerco di fare usando questo strumento, anche in termini di cittadinanza attiva, ovvero di impegno volontario.

C’è stato il progetto Blogaction  a inizio 2008, poi c’è stato il progetto e la community Donne Pensanti, iniziato nello stesso anno e di cui racconto la storia di come è andata qui e poi c’è stato il decalogo per una comunicazione a Zero Stereotipi, ideato con Giorgia Vezzoli nel 2010.

Da allora sono successe molte cose e nel frattempo io ho deciso di entrare nel team di GGD Bologna perché credo molto nell’importanza di diffondere spirito critico e consapevolezza sull’uso del digitale e penso che le competenze tecnologiche siano estremamente abilitanti per le donne e per la realizzazione delle loro opportunità professionali.

La settimana scorsa il Comune di Rimini ha invitato me e Giorgia Vezzoli alla Festa della Rete. C’era anche Lorella Zanardo .

Ci hanno voluto premiare per il nostro impegno e per il modo in cui abbiamo contribuito a inaugurare una nuova stagione di sensibilità sul tema della comunicazione di genere e sull’uso dei blog e degli strumenti social per fare cittadinanza attiva.

Schermata 2014-09-17 alle 11.48.03

Ma oltre alla cerimonia di premiazione, abbiamo parlato di molte cose, del cambiamento di prospettiva e della necessità di valorizzare al massimo un modo positivo di usare il digitale per partecipare, davvero, a qualsiasi età, al mondo dove viviamo.

Il video completo del nostro intervento.

Miei articoli collegati a questo:

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>