Blog Action – Nasce l’iniziativa

Se ti piace, condividi!
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Volevo ringraziare tutti quelli che in questi giorni in cui ho postato in maniera molto critica hanno dimostrato di esserci, hanno sollevato questioni e fatto proposte.

In particolare vorrei ringraziare persone che – pur non avendo la stessa età della maggioranza dei lettori di questo blog – si stanno mettendo in gioco, contribuiscono con pensiero critico e proposte a quella che potrebbe essere una blog action collettiva (che include, ovviamente, anche tutti coloro che il blog non ce l’hanno ma utilizzano lo strumento per informarsi e svagarsi).

Per quanto mi riguarda non ho nessuna voglia di OFFENDERE nessuno (e vi prego di non farlo in questa sede perché se no i commenti verranno da me cancellati), tanto meno i politici.

Mi piacerebbe proporre una campagna collettiva. Senza bandiere e partiti. Critica nei confronti della politica istituzionale, ma fortemente politica (nel senso di politica del cittadino, fondata sul rispetto e sulla serietà del pensiero).

Vorrei trasformare le varie periferie del mondo blogger, quelle stanche di questa politica demagogica e dell’andazzo delle persone al potere in una PIAZZA.

Ma non in una piazza che offende o manda a fanculo qualcuno.

Una piazza che propone. Una piazza fatta di persone che guardino alle cose nella loro profondità e che si autoelevi a soggetto politico.

Dottor Carlo propone di intasare le caselle di posta elettronica dei vari partiti.

Blog action – una prima proposta per i lettori e per i blogger

Io propongo PER INIZIARE  e TASTARE IL POLSO DELLA BLOGGORBE di pensare ad una mail seria, concertata e scritta da più persone che ognuno di noi pubblicherà poi sul proprio blog e spedirà agli indirizzi di partito, radio, televisioni, giornali, tutti lo stesso giorno PRIMA DELLE PROSSIME ELEZIONI POLITICHE.

Questo potrebbe essere un inizio.

Per far sentire il peso del numero e il dissenso verso una certa politica, fatta di ribaltoni e fatta – soprattutto – di sputi.

Una politica in cui le decisioni prese, le scelte e l’impegno vengono messi in secondo piano rispetto agli interessi personali.

L’Italia non può andare più avanti così.

Ho creato un indirizzo ad hoc su gmail: blogaction@gmail.com 

Chi vuole partecipare alla redazione della mail e aiutare a procurare indirizzi a cui inviarla e decidere il giorno della nostra blogaction non deve far altro che inviare a quell’indirizzo una mail e – se possessore di un indirizzo gmail (potete anche aprirne uno nuovo di zecca per l’occasione, è facilissimo!) – verrà abilitato alla redazione collettiva dei documenti che ho già uploadato e che sono la prima bozza di questa mia idea.

Blogaction@gmail.com (cioé per il momento me medesima!) sarà inoltre su gtalk per chattare oggi dalle 14 alle 15.

Chi, ovviamente, ha idee luminose e più convincenti è ASSOLUTAMENTE ben accetto. Questa blogaction deve essere rappresentativa del mondo blog (o di quei pochi che vorranno, ma speriamo di quei molti), di coloro che si sentono parte di un tutto fatto di persone e di idee e in cui nessuno è LEADER ASSOLUTO.

POSSONO PARTECIPARE TUTTI A QUESTA INIZIATIVA, NON IMPORTA AVERE UN BLOG.

Se credete nella bontà dell’idea vi chiedo solamente di diffonderla attraverso i vostri blog o indirizzi mail.

Ricordo ancora che chi è interessato a partecipare all’iniziativa può, in qualunque momento scrivere a blogaction@gmail.com

anche se pensa di non avere nulla da dire.

Abbiamo tutti qualcosa da dire.

E bisogna che scriviamo una mail/post convincenti e in grado di essere letti e metabolizzati dai nostri politici perché sappiano che un’altra Italia è possibile:

un’Italia seria e che non sputa in faccia alle idee e al suo futuro.

io ci provo, al massimo mi tirate i pomodori e poi li metto nella testata…;-)

COMMENTA CON FACEBOOK
26 commenti
  1. cg
    cg dice:

    Inizio col dire che è un’idea grandiosa..io che sono fautrice dell’iniziare da basso dividerei l’iniziativa per città proponendo ai nostri cari politici cose concrete da fare per le nostre città..e regioni..scriverò molto presto cosa penso di iniziare a cambiare le cose..Buona idea Dott. C.
    Dott.ssa C.

    Rispondi
  2. cg
    cg dice:

    Scusa un unico appunto ..le mail le dobbiamo spedire al più presto non il giorno prima delle elezioni magari qualcuno parlerà di noi un poco prima..sì lo so sto sognando ma chi può dirlo..

    Rispondi
  3. Panzallaria
    Panzallaria dice:

    @cg: si, la mia idea era senz’altro di anticipare le elezioni in modo che influenzi quanto meno i comportamenti dei politici coinvolti.

    O almeno questo è l’obiettivo teorico.

    grazie cg!

    Rispondi
  4. Dottor C.
    Dottor C. dice:

    @panza: scusa non avevo visto tuo commento, mi sa che anche nel commento di cg bisogna supporre una virgola: “le mail le dobbiamo spedire al più presto, e non il giorno prima delle elezioni”.

    Rispondi
  5. cg
    cg dice:

    Sì cari…!!io risparmio tempo (posto in pausa caffè e o come posso, per cui non utilizzo punteggiatura..mi sa che dovrò iniziare a farlo..

    Ora mi posto un post sul mio blog per diffondere la buona novella..Sono gasata..
    Ciao Dott.C.
    Ciao Panz

    Rispondi
  6. Panzallaria
    Panzallaria dice:

    Grazie CG!!!!
    Io intanto ti ho già mandato sulla tua mail gmail l’invito a collaborare al documento…

    Dai su! prendete esempio da CG!!!!!!vi aspetto numerosi, più siamo più incideremo sulle nostre vite nel futuro…

    😉

    Rispondi
  7. cg
    cg dice:

    PAnz ti ringrazio, mi scuso ancora per gli strafalcioni scritti e postati, purtroppo al lavoro sono sempre di corsa..vado ad aprire la posta..

    Rispondi
  8. lucilla
    lucilla dice:

    io ci sto
    vorrei darti una mano un po’ piu’ sostanziosa ma la mia condizione di internauta sfigata mi obbliga a ridimensionarmi
    in ogni caso sono arruolata

    Rispondi
  9. tigella
    tigella dice:

    Come ho già avuto modo di dirti, io ci sono. Compatibilmente con i tempi che mi lascia liberi la mia bimba di due settimane…

    Quante adesioni hai ricevuto finora?

    Rispondi
  10. Devil-May-Care
    Devil-May-Care dice:

    La mia modestissima idea è che è molto interessante l’iniziativa, ma che purtroppo ha un punto debole: è fondata sul potere della rete.
    É vero che siamo tanti, ma è vero che l’Italia è un paese tremendamente indietro nell’accesso alle informazioni libere e al web in generale.
    Non so come si possa sensibilizzare chi non viaggia abitualmente sulla rete. Vero è che in Italia non tutti hanno un computer, di coloro che lo hanno, non tutti hanno una connessione Internet, di quelli che usano internet non tutti ne conoscono le potenzialità. Saremo anche in tanti, ma siamo pur sempre pochi.
    Tutta questa splendida inizativa corre il serio rischio di essere un fuoco molto fatuo.
    In Italia dovremmo essere educati alle tecnologie. In questo campo siamo veramente all’età della pietra.
    Io mi ritengo un fortunato.

    Rispondi
  11. La Lena
    La Lena dice:

    Grande panzy, sei stupenda! Ho già inoltrato la tua mail a un sacco di gente (indirizzi copiati a mano, un analfabetismo-web che è quasi commovente). Spero che partecipiamo in molti!

    Rispondi
  12. Iorek
    Iorek dice:

    ehm. scusate, ho letto solo questo post e forse ho perso qualcosa, ma… non ho capito. Non ho capito cosa dovrei scrivere, qual e’ l’idea, cosa ci si propone. Se (SE) il senso e’ “facciamo qualcosa, l’Italia non puo’ piu’ andare avanti cosi'” me ne tiro fuori ancor prima di entrarci. Perche’ iniziative simili (vedi iMille del prode Scalfarotto) sono improbabili e non cambieranno nulla.
    Ora: lodi sperticate per l’impegno, ma per fare qualcosa occorre molto, molto di piu’. E probabilmente non si otterrebbe nulla lo stesso. Ed e’ solo la mia opinione. Se mi spiegate cio’ che non ho afferrato ve ne saro’ grato.

    Rispondi
  13. Panzallaria
    Panzallaria dice:

    @iorek e dubbiosi:

    L’idea è di coinvolgere il maggior numero possibile di bloggers e utenti della Rete.
    In un giorno (che stiamo concordando, ma che sarà più o meno a metà aprile) manderemo a giornali, tivu, politici e partiti e posteremo sul nostro blog un postmail che stiamo preparando.

    Il contenuto non sarà ne’ un programma politico ne’ un modo per distruggere. Il contenuto dovrà spiegare ai nostri politici che siamo molto stanchi di dover fare i conti con persone che non ci rappresentano e che hanno perso di vista l’interesse della comunità a favore del proprio.
    Vogliamo dare un esempio: la Rete è collaborativa più che mai in tempi di social web, che lo sia anche la politica! che sappiano che ognuno di noi è consapevole di esser un soggetto politico, recuperando il senso proprio del termine politica e cioé qualcosa che è di tutti e non solo del Parlamento.

    Servirà a qualcosa?
    di sicuro servirà a noi per provare a dire la nostra e a far sentire la nostra voce. Se anche solo un giornale parlerà dell’iniziativa sarà un primo successo.

    In rete circolano idee e cervelli, perché non è possibile fare entrare queste buone abitudini nella vita reale e nella politica?

    Dato che la cosa è nata spontaneamente e senza appoggi politici di alcun genere da una serie di post e commenti sul mio blog, non è sicuramente ne’ strutturata nel migliore dei modi ne’ ha la pretesa di esserlo.

    E’ solo un inizio per provare a cambiare le cose.

    Step operativi:

    1) censimento e raccolta indirizzi mail (partiti, organi di info, ecc)
    2) raccolta dei documenti dei singoli
    3) preparazione del doc unitario
    4) scelta del giorno blogaction
    5) promozione su blog e mailing list

    si può partecipare operativamente fin da subito o anche inviando la mail e copiando il post il giorno della blogaction.
    Il gruppo di lavoro è: http://groups.google.com/group/blogaction?hl=it

    il blog è blogation.wordpress.com

    Rispondi
  14. Sir_James
    Sir_James dice:

    con un pò di ritardo (ho i neuroni in esodo verso confini inesplorati, rientreranno a breve) apprendo della tua iniziativa, molto concreta, che sintetizza la rottura di palle che da ormai molti anni contraddistingue il povero cittadino, CIVILE, italiano che segue la politica.

    Allora, per cominciare segnalo a tutti l’indirizzo del nuovo blog. il banner vedrò di appiccicarlo sulla mia bicicletta in quanto mi sa che son l’unico a non aver blog…

    A presto

    Sir

    Rispondi
  15. basla
    basla dice:

    Ciao!Sono capitata qui per caso….e mi sono meravigliata.
    Perche’ siamo in tanti a pensarla uguale!
    Io non ho molti contatti e non sono molto pratica pero’ faro’ il possibile!
    Ci sono anch’io!!
    Basla

    Rispondi

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Segnalo anche io questa iniziativa lanciata da Panzallaria e su cui troverete tutte le informazioni proprio qui. E’ nato anche un blog appositamente dedicato per partecipare/aderire/anche solo informarsi. […]

  2. […] questo, segnalo intanto il posto dove potrete trovare più informazioni a riguardo. Quindi fornisco l’indirizzo ufficiale per […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *